VIRTUAL TOUR: VANTAGGI E TIPOLOGIE DI QUESTO STRUMENTO   

I virtual tour sono un nuovo strumento di marketing e comunicazione a forte impatto emotivo. Quando li si crea l’obiettivo è quello di coinvolgere i clienti a 360 gradi raccontando la tua storia e facendolo interagire con l’ambiente che lo circonda.

E’ una multi esperienza immersiva in quanto il cliente verrà accompagnato in un percorso sia visivo che uditivo fatto di foto, video, suoni e racconti.

In questo articolo vogliamo approfondire i vantaggi e le diverse tipologie che ci possono essere nella creazione di un virtual tour 360, se invece ti interessa sapere dove, a cosa serve e come si crea una visita virtuale ti invitiamo, prima di continuare, a leggere la pagina dedicata nella nostra sezione servizi

I VANTAGGI DI UN VIRTUAL TOUR

Come dicevamo poco fa, il virtual tour deve creare un’emozione nel cliente ma, ovviamente, non è l’unico punto di forza.

Da un punto di vista commerciale, esso garantisce una maggiore visibilità nei risultati dei motori di ricerca, se inserito nella scheda Google My Business dell’attività. Inoltre, visto il periodo storico che stiamo affrontando, diventa una grossa opportunità “anti covid”. Con la poca possibilità di spostarci e di viaggiare, la visita virtuale permette a varie strutture commerciali come un’azienda o un negozio, di essere aperti 24h su 24 e 7 giorni su 7 e di essere sempre online in ogni parte del mondo. Come ultimo vantaggio, il tour virtuale 360 è un servizio poliedrico perché si adatta a più usi. Una volta creato, si andrà facilmente ad integrare ad un sito web, alle pagine social aziendali o sarà di facile raggiungimento tramite scansione del Qr code in un biglietto da visita aziendale! Tutto questo andrà a crescere e potenziare la vostra immagine, sia dalla parte di acquisizione clienti sia nei confronti della concorrenza. 
Da un punto di vista dell’intrattenimento, invece, il virtual tour con l’ausilio di video e immagini, mira a far interagire e divertire il cliente, ma nel contempo a presentargli l’azienda sotto una nuova prospettiva o, nel caso di un negozio, a vendere un prodotto. Inoltre, noi di InteractiveLab possiamo adattare questo nostro servizio anche alle fiere di settore e una volta creato il tour, lo si può slegare dal mondo online e portarlo offline realizzando una virtual room nel vostro stand fisico. Questa stanza potrà essere utilizzata grazie ad un visore in realtà virtuale e da una postazione touchscreen lcd; qui il visitatore potrà vivere un’esperienza virtuale interattiva nella tua azienda distante chilometri.

TIPOLOGIE DI VIRTUAL TOUR 360

Di tipologie di tour virtuale ce ne possono essere molteplici e di vario grado di interattività.

Innanzitutto partiamo dai virtual tour “semplici”, qui ci troviamo davanti ad un ottimo prodotto per Google Maps, i social network e siti web che non pretendono molte funzioni interattive. Essi sono la risposta ideale se si vuole far vedere solo il lato estetico della vostra attività, quindi nel caso di un negozio il cliente potrà simulare di camminare e spostarsi all’interno attraverso delle icone impostate. 

Invece, un virtual tour più avanzato, oltre che mostrare solo il lato estetico, offre un maggiore grado di interattività permettendo al cliente di interagire liberamente con l’ambiente virtuale che lo circonda, attraverso una serie di variabili pianificate in precedenza (vedi immagine di esempio qui a lato). Quest’ultimo prodotto potrà contare al suo interno di molteplici variabili di interattività e tecnologia: 

  • l’integrazione di modelli 3d navigabili in tempo reale;
  • schede prodotto comprensive di gallerie fotografiche o video;
  • punti d’interesse e/o elementi importanti della tua attività messi in evidenza per agevolarne l’utilizzo e focalizzare l’attenzione del cliente;
  • riprese aeree con droni in alta definizione;
  • implementazione di una guida virtuale che andrà ad accompagnare il visitatore durante la visita raccontando la storia dell’azienda;
  • integrazione di un carrello elettronico collegabile alla parte e-commerce del sito;

È facilmente deducibile che in questo tipo di visita virtuale la personalizzazione è massima in quanto grazie a queste implementazioni ogni virtual tour è unico nel suo genere!

immagine interno visita virtuale 360

ESEMPI DI TOUR VIRTUALI

Un’ ultima occhiata la vogliamo dedicare ad alcuni esempi realizzabili in ambito aziendale, dell’ intrattenimento o del turismo virtuale.

Per quanto riguarda un’azienda si possono principalmente creare due diversi tipi di tour: il primo può essere una presentazione aziendale in cui la visita virtuale è un video a 360° panoramico, di durata variabile, in cui il cliente andrà a scoprire la tua storia attraverso un percorso guidato; il secondo, invece, è un tour dove il cliente può esplorare liberamente l’azienda e scoprire i processi produttivi attraverso video in presa diretta. 

Per quanto concerne l’intrattenimento non possiamo non citare i musei interattivi. Famoso è il caso dei musei vaticani con la Cappella Sistina o degli Uffizi di Firenze durante il lockdown della primavera 2020. Entrambi i siti hanno registrato accessi record, in quanto, era possibile visitare alcune aree completamente gratis e vedere da vicino i capolavori esposti all’ interno, un vero e proprio museo 3d!

In conclusione nel caso del turismo virtuale, un hotel o un villaggio turistico, attraverso il virtual tour possono per far vedere le stanze, gli spazi comuni e le aree relax; in questo modo il cliente visiona la struttura ancor prima del suo arrivo, rassicurandolo nella sua prenotazione e instaurando già un rapporto con i gestori.

Qui sotto vi lasciamo un esempio per ciascuna categoria di tour che abbiamo elencato! Godetevi le esperienze!

Se siete interessati ad approfondire questa nuova opportunità o se volete ulteriori informazioni o avete altre domande, non esitate a contattarci. Siamo sempre disponibili per incontri di persona o via Skype.

Esempio virtual tour presentazione aziendale
Esempio virtual tour processi produttivi
Esempio visita virtuale turismo virtuale
Esempio virtual tour musei virtuali
About the author