banner realtà virtuale blog
istruzioni per l'uso

Realtà virtuale: come iniziare

Molte volte vi sarete fatti diverse domande sul funzionamento e l’utilità di un visore per la realtà virtuale.
Oggi vi vogliamo spiegare le basi di come funziona questo sistema e che tipi di soluzioni sono presenti nel mercato, cercheremo di analizzare diversi aspetti per aiutarvi a scegliere il visore giusto per voi.

Il principio di funzionamento del visore VR è lo stesso per tutte le marche presenti nel mercato, infatti molto spesso condividono le stesse applicazioni, un pò come funziona con gli smartphone tra Android ed Apple.

Cambiano le caratteristiche interne, risoluzione schermi virtuali, controller. Vedremo in seguito i vari modelli presenti nel mercato.

Ma partiamo dall’inizio. Come funziona la realtà virtuale?

Semplice, dovete indossare in testa un casco, chiamato visore, indossabile anche se avete gli occhiali.

Solitamente è accompagnato anche due controller, uno per mano. L’utilizzo di questi controller non è obbligatorio ma ad oggi è molto importante, infatti una volta indossati, il visore capirà con molta precisione dove saranno posizionate le vostre mani nello spazio 3d. Questo è per potervi permettere di interagire con quello che visualizzerete.

Una volta indossato il casco, verrete immersi in un nuovo ambiente virtuale a 360 gradi. Questo potrà essere di diverse tipologie: 3d, video a 360 gradi, immagini a 360°. Ogni tipologia è un’esperienza diversa.

Vi anticipiamo che a breve per qualche modello sarà disponibile la possibilità di vedere direttamente le proprie mani senza controller, sarà disponibile a breve, vi terremo aggiornati.

realtà virtuale con o senza fili?

Il mercato propone diverse tipologie di visore VR.
Abbiamo disponibili versioni con filo, ovvero funzionano solo con un cavo collegato ad un Pc di ottima potenza. Questa soluzione permette di riprodurre contenuti anche molto complessi, in quanto richiede molta potenza di calcolo che un Pc di alto livello può gestire.
Se invece volete una completa libertà di movimento, quindi alimentato a batteria e senza filo che vi limiti nei movimenti, allora questa versione farà al caso vostro. 
In questo caso le applicazioni avranno una grafica più limitata, perchè i componenti utilizzati (praticamente quelli degli smartphone) sono meno performanti in quanto non è possibile paragonare la potenza di un pc con uno smartphone.

Fisicamente, il processore e il resto dei componenti sono integrati nella parte frontale del visore, quindi con la conseguenza di avere un peso maggiore ma resterà sempre ben bilanciato in testa senza dare fastidio. 
La batteria ha una durata di circa 2 ore. Per risolvere questo limite potete utilizzare delle batterie esterne (i classici powerbank) per coprire tutta la giornata di utilizzo.

Con il visore collegato al pc non avrete questo problema, visto che il filo alimenterà il sistema.
I controller invece per entrambe sono a batteria, di solito ne basta una e la durata è di circa 4 ore, ma si cambia molto facilmente.
L’esperienza rimane comunque di alto livello e molto divertente per entrambe le soluzioni.
Tra le due infatti, a nostro parere, non c’è una versione migliore o peggiore, come sempre dipende dal tipo di necessità.
Vi possiamo garantire che soprattutto le prime volte vincerà l’effetto del mondo virtuale e resterete affascinati da questo…con o senza fili!

Cosa NON dovete fare con un la realtà virtuale

Se siete alla prima esperienza vi consigliamo di NON provare giochi o video troppo movimentati. Per esempio le montagne russe sono un esempio molto d’effetto ma anche molto estremo che può dare fastidio a chi lo indossa, tipo vertigini,nausea e giramento di testa, soprattutto se utilizzato in piedi.

Come video invece evitate voli aerei o tutti quei punti di vista dove avrete la sensazione di “restare sospesi”, lasciate stare almeno all’inizio.
Prendete confidenza con questo strumento, non dovete avere fretta, vi darà molte soddisfazioni.

Consigli per iniziare con la realtà virtuale

Ogni giorno vengono pubblicati nuovi video a 360° di ottima qualità, praticamente tutto gratuito e diviso per categorie. Vi consigliamo di andare su Youtube, cercare video specificando sempre a “360 gradi”, in questo modo vi compariranno solo contenuti dove il vostro visore verrà sfruttato nel modo migliore. Sono adatti a tutte le età e molto piacevoli da vedere.

Cercate “National geographics 360 video“, sono i nostri preferiti come punto di partenza, sarete catapultati dall’ Africa tra gli elefanti fino all’Antartide tra i pinguini, da vedere assolutamente, adatti a tutte le età… vi sarà possibile anche visitare le più belle città del mondo, con dei tour guidati e una completa libertà di punto di vista.
Se invece volete iniziare con un videogioco, molto consigliato “Beat Saber”, un gioco musicale con spade laser, uno dei successi più grandi dell’ultimo anno. Ogni persona che l’ha provato ne è rimasta molto colpita, è semplice, molto bello esteticamente e coinvolgente.

quali modelli di visore VR acquistare?

Sono presenti principalmente 2 marche di visori: Oculus (proprietà di Facebook) Vive (proprietà HTC), Pimax.
Entrambe hanno soluzioni con e senza fili, con caratteristiche molto simili, salvo utenti avanzati che noteranno diverse differenze tecniche.
Non prenderemo in considerazione visori con smartphone, in quanto sono apparecchi troppo semplici che non permettono una vera e propria esperienza virtuale.
Segnaliamo questi modelli:

visori con fili, quindi con necessità di collegamento ad un Pc
Oculus Rift S
HTC Vive Cosmos

Pimax 5K Plus

visori senza fili:
Oculus Quest
HTC Vive Focus

La nostra preferenza va all’ OCULUS QUEST (vedi prodotto). Infatti di recente, oltre ad essere un set completo senza fili, vi sarà anche possibile collegarlo ad un Pc tramite il nuovo cavo ufficiale “Oculus link” a breve disponibile.

oculus quest con joypad
About the author