COME CREARE UNA POSTAZIONE PER LA REALTÀ VIRTUALE CON IL PC E OCULUS QUEST

Volete realizzare una postazione per il vostro visore in realtà virtuale? Oggi vi vogliamo dare qualche consiglio sulle diverse caratteristiche da seguire per organizzare in casa vostra uno spazio adeguato alla realtà virtuale.

Per realizzare ciò, ci sono delle fasi fondamentali e qualche piccola regola de seguire per renderlo uno spazio funzionale, inoltre vi daremo anche qualche consiglio in base alla nostra esperienza.

FASE 1: LO SPAZIO A DISPOSIZIONE IN COMPLETA SICUREZZA

Prima di tutto per un ottimale postazione in realtà virtuale è sempre consigliato avere un’area di almeno 2 mt x 2 mt a salire per restare più tranquilli possibile con la maggior parte delle applicazioni. Eliminate qualsiasi tipo di ostacolo nei dintorni, quindi evitate di avere mensole, lampadari oppure mobili troppo bassi e nelle vicinanze perché con la realtà virtuale è un attimo fare bruschi ed improvvisi movimenti sia con le mani che con tutto il corpo. Il rischio è quello di farsi male senza rendersi conto di niente, tenete presente che i vostri occhi vedranno solo l’ambiente virtuale senza nessun tipo di orientamento nello spazio reale che vi circonda.

area per postazione virtuale realtà virtuale

Il visore, comunque, ha integrato un sistema di allarme visivo che si attiva se vi spostate troppo ai limiti dell’area di gioco indicata inizialmente. Questa protezione è composta da fasci luminosi virtuali (vedi immagine a lato) che compaiono appena un controller o il visore stesso si avvicineranno troppo ai bordi dello spazio dedicato, in questo momento starà a voi fermarvi per evitare impatti con oggetti reali del vostro ambiente. Se avete un tappeto fate attenzione che sia ben saldo al pavimento, in modo tale da impedire eventuali scivolate.

Ci teniamo a sottolineare di non dare per scontato queste fasi iniziali, sono importanti per sfruttare al meglio il visore in tutta sicurezza per ogni tipologia di gioco e/o applicazione. Ricordate inoltre che è anche possibile restare seduti con la realtà virtuale, dipende unicamente dal tipo di applicazione che state usando.

allarme virtuale oculus quest

FASE 2: IL VISORE OCULUS QUEST

Il visore che andremo ad utilizzare nel nostro esempio è l’Oculus Quest (sia prima che seconda generazione), quindi questa spiegazione è compatibile con questi tipo prodotti che reputiamo i migliori come rapporto qualità-prezzo.

Come spiegato nel nostro precedente articolo, l’Oculus Quest funziona senza l’utilizzo di un pc, è indipendente in quanto ha un processore con sistema operativo integrato ed ha incluso uno store dove potete trovare giochi ed applicazioni compatibili al 100% con la VR.

Perché devo collegare l’Oculus Quest al PC?

La risposta è semplice, i giochi e le applicazioni che si trovano su pc sono moltissimi e di ogni tipologia. Inoltre in molti casi sono decisamente migliori come qualità perché sfruttano a pieno la potenza del computer che non può essere paragonata a quella di un visore stand-alone (tipo uno smartphone), quindi se volete sfruttare al massimo il vostro visore Oculus continuate a leggere questa guida.

Un’altra cosa importante è che risparmierete molti soldi perché i prezzi delle applicazioni quando le acquistate su pc sono inferiori e molto spesso ci sono offerte e promozioni durante l’anno. Per una stessa applicazione, se la acquistate ad esempio attraverso una piattaforma online il prezzo potrebbe essere inferiore rispetto ad acquistarla direttamente nel visore.

In uno dei prossimi articoli vedremo dove è possibile acquistare app e giochi compatibili con la realtà virtuale, è un mercato dove molte aziende stanno investendo tempo e denaro con ottimi risultati vista la continua crescita del settore.

visore realtà virtuale oculus quest

FASE 3: REQUISITI DEL VOSTRO PC PER UTILIZZARE LA REALTÀ VIRTUALE

Per garantire una buona esperienza di gioco è necessario avere prima di tutto un computer sia desktop sia portatile di ottima qualità.  È di fondamentale importanza avere una scheda grafica dedicata ad alte prestazioni ed ogni componente di un certo livello, i giochi in VR sono molto pesanti perché gestiscono molti dati aggiuntivi rispetto ad un gioco classico su monitor.

Detto ciò, però, dipende da che applicazioni volete utilizzare, ci sono prodotti semplici ed altri complessi, dipende dai vostri interessi, quindi non è escluso che in base al vostro sistema qualcosa funzioni bene mentre altre potrebbero andare a “scatti”, sintomo di poca potenza sul computer in uso.

Questo articolo non prevede scelte tecniche che riguardano l’hardware da utilizzare, ma vi aiuteremo a capire se il vostro pc al momento è idoneo a supportare la realtà virtuale.

Volete sapere se il vostro pc è compatibile con la realtà virtuale? 

Bene, ora ve lo spieghiamo! Innanzitutto dovete eseguire un test gratuito presente su Steam (la piattaforma di gioco più importante a livello mondiale).

Seguite questa procedura:

  1. andate nel sito ufficiale, scaricate ed installate il programma
  2. aprite Steam da Pc e registratevi gratuitamente
  3. andate nel menù di ricerca (si trova in alto a destra) e cercate: “SteamVR Performance Test”, richiede 4,58gb per essere installato
  4. Una volta installato, avviatelo, dopo qualche minuto vi darà il risultato (vedi immagine di un nostro risultato)

Se il test avrà esito positivo, allora complimenti siete abilitati a tutti i contenuti in realtà virtuale e pronti per creare la vostra postazione! In caso di esito negativo sarà necessario aggiornare qualche componente del computer oppure la via di mezzo è di accontentarsi di un limitato supporto ai giochi ed applicazioni.

risultati test realtà virtuale

Ogni componente hardware, non solo la scheda video, è importante per raggiungere un buon risultato qualitativo, ci sono molti fattori che entrano in gioco come ad esempio la RAM o la tipologia di hardisk o processore.

Quindi come avrete facilmente intuito, la realtà virtuale soprattutto con i giochi AAA (sigla che identifica i giochi con grafica e budget elevati) metterà a dura prova il vostro sistema e nel caso di rallentamenti significativi sarete costretti ad abbassare la qualità e la risoluzione delle per arrivare al giusto compromesso senza rovinare la fluidità vostra esperienza virtuale.

Quando un gioco su monitor classico va a scatti è difficile (ma non impossibile) giocarlo, ma quando capita con un visore in realtà virtuale è impossibile farlo, salvo un gran mal di testa dopo poco tempo!

Per concludere, quindi, il nostro consiglio è che se non avete un pc molto potente basta solo utilizzare giochi con grafica “semplice”, con basso numero di poligoni e texture, ce ne sono molti veramente belli e altrettanto imperdibili.

Non è solo la grafica estetica che garantisce di avere un buon gioco, anzi, è il contrario: è la giocabilità che con la realtà virtuale diventa fondamentale!

About the author